E-Cowork

Una rete di lavoro condiviso

Una giornata al #BeautifulDay: apri gli occhi e immagina il tuo futuro!

bea2

Ritorno al futuro” è  il leitmotiv del #BeautifulDay  a Milano. Il “futuro” non è qualcosa di astratto, è nelle nostre mani!

Livio Sgarbi– mental coach a livello internazionale- accoglie  con un ”grazie” le oltre 1.200 persone che arrivano da tutta Italia e dall’estero per partecipare all’evento, promosso da Ekis Coaching, a sostegno della Fondazione Magica Cleme che aiuta da anni i bambini gravemente malati.

L’entusiasmo è già alle stelle fin dai primi istanti, è palpabile. Una carica di positività sprigiona dal coach ed arriva alla platea, fino a me.  Il pubblico si commuove di fronte alla narrazione di un padre,  Bill Niada, il fondatore di Magica Cleme, che spiega la nascita della onlus, dovuta ad una grave malattia della figlia. La sua voce è , tuttavia, piena di speranza e di futuro. Da una grave perdita possono nascere grandi progetti, come la onlus e B.live, brand di abbigliamento disegnato da giovani affetti da gravi patologie e molto altro.

“Tornate a sognare, a guardare lontano per poter credere nel futuro!” incita Livio Sgarbi. Siamo troppo concentrati sui problemi, sulla crisi per non vedere che dietro l’angolo possono esserci opportunità.   La conoscenza è limitata, ma l’immaginazione è più importante…e l’immaginazione domina il mondo .Ecco quindi apparire sullo schermo una frase di Einstein: “ Se non riesci a spiegare una cosa in modo semplice, significa che non l’hai capita bene”. “Tornate a fare progetti!” e la testimonianza di un azienda di serramenti che ha creduto ed ha superato brillantemente la crisi ci fa sperare.  “Se non immaginiamo il nostro futuro non lo creeremo mai!” – Bisogna disegnare il nostro futuro nella nostra mente, tornare a quando eravamo bambini e avevamo tutti i sensi aperti per cogliere opportunità. Gli atleti credono nei loro successi e si immaginano la vittoria!  Se ci chiudiamo in noi stessi ed abbiamo paura del fallimento non costruiremo il nostro futuro, saremo in balia degli altri che scriveranno il futuro per noi.  La paura immobilizza, non ti lascia esprimere le tue potenzialità, toglie potere.

L’invito è “parti da te stesso! Nessuno ti ha tolto il futuro. Possono averti tolto il lavoro, ma non il futuro!

beaf 1

Più rifletto su queste parole e più comprendo che la mancanza di orizzonti e la tendenza a chiudersi in sè stessi non credendo nelle proprie capacità e non cercando di svilupparle è diventato il “male”  della nostra società. Il problema non sono in realtà i giovani disoccupati , ma i giovani e meno giovani che non cercano più lavoro, che non investono su loro stessi e sul loro futuro. Questa mancanza di visione porterà a delle generazioni senza stimoli, senza reale futuro. Dobbiamo necessariamente cambiare la tendenza del nostro paese e farci portavoci di positività e di “VOGLIA DI FUTURO”.

Livio Sgarbi ci invita a chiudere gli occhi e a rivedere noi stessi bambini, i nostri sogni, a pensare ai progetti che avremmo voluto realizzare da grandi. Tutti ci immergiamo in questa magia e seguiamo alcuni passi del libro “Angeli, zanzare e castelli” letti dall’autore stesso, Riccardo Geminiani.

In un duetto molto empatico con il figlio, Geminiani parla del mondo e del futuro visti attraverso gli occhi di un bambino. Queste sensazioni emergono quando abbiamo la fortuna di diventare genitori e vedere il mondo da un’altra prospettiva attraverso gli occhi sognanti dei nostri bambini. Ci rendiamo conto che le disillusioni della vita ci hanno portato a chiuderci ed a vedere una realtà solo negativa ed oscura. Dobbiamo trovare la forza dentro di noi di assecondare il cambiamento.

Il lavoro non deve essere solo sforzo, ma soprattutto passione! Dobbiamo credere nel nostro lavoro e trasmettere questa sensazione positiva anche al nostro cliente. Andrea Grassi, trainer aziendale specializzato in vendita 3.0, sottolinea che ai clienti non interessa tanto cosa offri, ma cosa puoi fare per loro. Con la crescita della concorrenza e la crisi il cliente finale si evolve, è più attento ai valore dell’azienda e di conseguenza deve cambiare il tipo di vendita. La nuova logica della vendita 3.0 è “non vendiamo, ma facciamo comprare”.Per poter creare futuro per noi e per le nostre aziende è necessario cambiare pelle. “Il venditore 3.0 è uno strumento. E’ interessato davvero al cliente ed è un veicolo per raggiungere i suoi risultati.”

La crescita deve essere continua, dobbiamo metterci in gioco perché nella società di oggi se non cresciamo muoriamo- afferma Franco Bolelli,  scrittore e filosofo Pop.  Come diceva la famosa canzone di Jovanotti “ cosa sei disposto a perdere?” Per andare avanti  e crescere ogni volta si perde necessariamente qualcosa.  Secondo Bolelli,  siamo il primo gruppo di umani proiettati al di là delle coordinate di tempo e di spazio.

bea4

Gli interventi dei relatori si susseguono ed il mio entusiasmo aumenta con l’arrivo sul palco di Richard Romagnoli,  ambasciatore dello Yoga della Risata.  Non è un segreto che la risata è più efficace di molte medicine, perché sviluppa beta-endorfine, ma Richard è molto coinvolgente. La platea ride con lui, partecipa magicamente al suo “ohohoh ahahah”  e prende l’energia per portarla al cuore.  In questi momenti è proprio vero che“siamo al mondo per sperimentare la gioia”.

Di futuro ci parla anche Roberto Pesce,  guru dell’Intelligenza Finanziaria, che ci aiuta a costruire un “futuro di abbondanza finanziaria.  “Oggi compriamo prodotti che non ci servono con denaro che non abbiamo” e non posso che trovarmi d’accordo con Pesce che  il mondo è però cambiato e dobbiamo imparare a gestire le nostre finanze.

L’intervento di Igor Sibaldi, saggista di psicologia del profondo, ci fa riflettere sui ruoli che ricopriamo nel mondo: la madre, il dottore, etc. Ci conduce per mano alla sua giovinezza ed alle sensazioni condivise con la madre di origine russa.  Il messaggio che ci passa è:  ogni volta che ti accorgi di essere un ruolo sei già più di quel ruolo.” Fai quel ruolo”. Bisogna esprimere noi stessi al meglio. “Il futuro è un mondo da costruire e la prima cosa da imparare è quanto sei grande tu”- parole che inducono a migliorarsi ed a credere in se stessi.

Ma com’è nato il progetto di #beautifulday? Lo apprendiamo da Stefano Monticelli,  co-ideatore del progetto #beautifulday; che ci spiega la differenza tra sforzo e impegno, idea che è alla radice della sua scelta di abbandonare la gabbia dorata dove si trovava per intraprendere una nuova strada. Bisogna mettersi in gioco per progredire: questo concetto ritorna costante negli  interventi dei relatori.

A completamento della giornata arriva sul palco Alessandro Mora,  master trainer di PNL, che propone a tutti noi un viaggio sulla linea del tempo. per vedere le cose con una prospettiva diversa .  “Torna al momento prima della tua nascita e percorri tutti gli anni della tua vita fino al presente – con voce suadente, Mora- ci accompagna per mano sulla linea del tempo. “Metti una bandierina per segnalare il momento presente e poi inizia a volare verso il futuro fino alla fine della linea del tempo, guarda dall’alto la tua vita ben spesa e fatti alcune domande: cosa ha reso speciale la mia vita? Come posso renderla ancora più speciale con le decisioni di ogni giorno? Ora immagina di ritornare indietro al presente al 1 dicembre, qui ed adesso, le decisioni sono già cambiate dentro di te.” Vi consiglio vivamente questo esercizio sotto la guida di un coach esperto e capirete che potete cambiare il vostro futuro.

Quest’esperienza collettiva è stata coinvolgente ed ha aperto nuovi orizzonti ad ognuno di noi. Noi siamo il nostro futuro!  Un grazie a Ekis coaching ed a Livio Sgarbi ed a tutti i relatori per il #beautifulday 2013!

A seguire, sempre su E-Cowork magazine, interviste ad alcuni relatori che ho avuto il piacere d’incontrare durante la giornata.

Simo Pozzi @SIMO2

beau25

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: