E-Cowork

Una rete di lavoro condiviso

Dove andiamo a cena questa sera? Scopriamolo sulla rete

Una volta esistevano solo la Guida Michelin, la Guida del Gambero Rosso e del Touring Club, guide cartacee  molto prestigiose dove gli ispettori erano giudici severi ed esperti, oppure ci si affidava al passaparola di amici e conoscenti. Nel passato recente sono nate guide dedicate allo slow food, alla riscoperta dei vecchi sapori e delle antiche ricette (vedi ad esempio Osterie d’Italia o le strade del Barolo di Slow Food editore).

Con l’importanza assunta dal food nella rete si sono diffusi portali dedicati ai prodotti tipici regionali sia per e.commerce sia per mettere in contatto produttori e consumatori (es. http://www.cibitipici.it/).

Il successo del mobile ha portato all’utilizzo anche della geolocalizzazione a fini di marketing: pubblicità mirata, alla persona e al momento giusto!  Il potenziale cliente può trovare locali e ristoranti vicini alla sua posizione, ricevere informazioni utili su offerte e prodotti nell’attimo esatto in cui si trovi nei pressi di un locale. Con servizi come Foursquare, si è sempre più aggiornati su offerte di locali, recensioni e consigli da parte degli utenti. Non si ha che l’imbarazzo della scelta. Anche se bisogna far attenzione a chi recensisce.

recensioni

Con Google+ le recensioni ed i gusti vengono “registrati” per cui nei risultati di ricerca dei luoghi l’utente troverà consigli scelti per lui, con spiegazioni del motivo per cui vengono proposti.  G+local consente infatti agli utilizzatori di scoprire e condividere luoghi ed, essendo integrato con Zagat, permette di vedere foto, post ed informazioni utili oltre a recensioni di persone conosciute di cui ci si fida, che aiutano a decidere dove andare.

Esperti che ci possono guidare nelle scelte sono i foodblogger che hanno aperto blog seguitissimi da addetti ai lavori (ristoratori, giornalisti enogastronomici, produttori, etc) e che raccontano ricette da loro sperimentate e variate e segnalano ristoranti da provare. Vi consigliamo a tal fine il blog di  Lucy “Ticucinocosì” che nella sezione interviste presenta alcuni ristoranti e chef che ha conosciuto personalmente.

ticucinocosì

Se volete approcciarvi al mondo dei foodblogger seguite la prossima intervista fatta da E-Cowork e non mancate il 23 maggio al Lab121 all’incontro in cui scriveremo e cucineremo con Lucy.

Simo Pozzi (SIMO2)


 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il aprile 27, 2013 da in food blog, social media con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: